Chiesa e omosessualità. C’è libertà di espressione per i cattolici?

Fabio Bernabei

(collana Lepanto)

Fede e Cultura, 2009

€ 6,00

pp.64

Descrizione: Alla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati è in esame un progetto di legge, la C.1658, che con un solo articolo reclama il carcere per chiunque esprima un giudizio morale sull’omosessualità, anche quando la critica espressa non abbia nessuna valenza discriminatoria. Questa iniziativa è parte di quell’offensiva dell’ideologia della Rivoluzione sessuale che si impone tramite la politica e non vuole concedere spazio pubblico alla visione cattolica e cristiana. Gruppi di pressione omosessualisti con il pretesto di adottare legislazioni e misure speciali per garantire protezioni a qualunque pratica sessuale di fatto criminalizzano chi osi praticare pubblicamente la propria fede e scelta morale. Come riportato nel saggio, sono già realtà le squadre di attivisti per i “diritti civili” che, negli Stati Uniti come in Italia, pattugliano le chiese per controllare le intenzioni di preghiere dei fedeli o il contenuto delle omelie dei sacerdoti durante la S. Messa chiedendone poi pubblicamente la censura. La cristianofobia in atto anche nelle democrazie occidentali sta conoscendo una accelerazione con tappe dolorose come l’interdizione ad una alta carica europea dell’on. Buttiglione per i suoi convincimenti morali o la condanna del pastore svedese Ake Green per aver citato in chiesa i passi della Bibbia sulla pratica omosessuale. “Noi dobbiamo difendere la libertà religiosa contro l’imposizione di una ideologia che si presenta come fosse l’unica voce della razionalità” fu l’appello dell’allora card. Ratzinger. Questo saggio risponde a tale appello e offre, oltre ad una analisi rigorosa del progetto di legge totalitario, una disamina inedita dei casi di persecuzione, politica e penale, della lobby omosessualista nei confronti di cristiani in Italia e all’estero. Presenta inoltre una raccolta di documenti, unica nel suo genere, che dimostra come la condanna morale dell’omosessualità dai primi Padri e Dottori ai nostri giorni sia costante e inappellabile. Insegnamenti del Magistero della Chiesa Cattolica che, in caso di approvazione del progetto di legge C. 1658, porteranno dietro le sbarre chiunque oserà farli conoscere.

L’Autore: Fabio Bernabei è nato a Roma nel 1963. Giornalista pubblicista e saggista esperto di politiche sociali il che gli ha valso gli incarichi istituzionali di Consulente del Dipartimento per le Politiche Nazionali Antidroga presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; componente della “Commissione di studio della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’approfondimento delle tematiche socio-culturali ed economiche legate alla famiglia”, ed Esperto del Ministro degli Affari Esteri per le relazioni con l’associazionismo culturale e no profit.
Oggi è Direttore responsabile dello OsservatorioDroga.it, Delegate for Italy del “Drug Watch International” (Washington DC) e Board Member dello “Europe Against Drugs” (Aja).
Da sempre impegnato nell’associazionismo cattolico ha condotto numerose campagne di informazione dell’opinione pubblica e di sensibilizzazione dei policy maker per la difesa degli istituti naturali e tradizionali della Civiltà cristiana. Cofondatore nel 1982 del Centro Culturale Lepanto (Roma) ne è stato nominato Presidente nel 2006.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...