Gran Bretagna – Scuola: educazione sessuale e rischi droghe per i bambini di 5 anni


educazione sessuale14517_img

Tutti i bambini dovranno seguire lezioni di educazione sessuale, effetti delle droghe e rischi legati all’abuso di sostanze stupefacenti. Questi alcuni punti delle riforme scolastiche annunciate ieri dal Governo inglese. ‘Salute personale e sociale‘ saranno delle nuove materie nazionali, per la prima volta obbligatorie, a partire dalle scuole elementari.

Attualmente, le ore di educazione sessuale e ‘relazioni sentimentali’ sono facoltative per i bambini delle elementari, nessuna scuola e’ tenuta ad insegnare concetti base sul matrimonio, unioni civili, coppie gay e malattie sessualmente trasmissibili. I genitori inoltre hanno la possibilità di scegliere, su basi morali o religiose, se permettere ai figli di seguire o meno queste classi, fino all’età di 19 anni.

Sulla base delle nuova legislazione, che entrerà in vigore nel 2011, i genitori perderanno questo diritto di scelta al raggiungimento dei 15 anni di età dei figli e le materie diventeranno obbligatorie.

Alcune distinzioni riguarderanno la profondità degli argomenti trattati. Nelle scuole primarie i bambini si concentreranno maggiormente sullo studio delle parti del corpo, ma anche sui pericoli delle droghe. Nelle secondarie, si inizieranno lezioni sull’AIDS, sulla gravidanza e le differenti relazioni sentimentali, tra cui omossessualità e coppie dello stesso sesso.

Si pensa tuttavia, potranno sorgere alcune difficoltà per le scuole religiose che dovranno inserire nel loro piano didattico lezioni su contraccezione e aborto. Ed Balls, Ministro delle Politiche Familiari, ha precisato che gli istituti sono liberi di poter insegnare i “precetti della loro fede”, incluso il fatto che non si devono avere rapporti sessuali al di fuori del matrimonio, non possono però rifiutarsi di “dare insegnamenti sui contraccettivi, sull’aborto e l’omossessualità”. Il loro compito diventa dunque anche quello di insegnare la tolleranza.

Immediate sono state le reazioni. Nick Seaton, presidente di Campaign for Real Education, ha avvertito che iniziare a dare lezioni di educazione sessuale ai bambini di 5 anni è “decisamente troppo presto”. Margaret Morrisey, di Parents Outloud, ha accusato i ministri di prevaricare i diritti dei genitori, impedendo loro di scegliere i tempi ed i modi per l’educazione sessuale dei loro figli.

Il tentativo della nuova politica scolastica è quello di ridurre il numero di gravidanze e malattie sessualmente trasmissibili tra gli adolescenti, che in Gran Bretagna continua a crescere in maniera preoccupante, presentando i tassi più alti tra i Paesi dell’Europa occidentale.

Fonte

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...