Pastori uniti a sostegno del matrimonio tra onosessuali in D.C.


“C’è un mito li fuori secondo cui non puoi essere pro-Dio e pro-gay”

di Tim Craig, traduzione a cura di Anna Lanfranco

Nonostante i ministri che si oppongono al matrimonio tra individui dello stesso sesso nel Distretto facciano campagna più vigorosamente, un numero crescente di leaders religiosi si sta mobilitando per sostenere la proposta.

Circa 200, rappresentanti di quasi ogni fede, hanno formato il D.C. Clergy United for Marriage Equality. Giovedì (29 ottobre n.d.t.), più di cento di essi si sono riuniti presso la Asbury United Methodist Church in Northwest Washington per sostenere la proposta che un membro del D.C. Council David A. Catania ha presentato in ottobre per consentire il matrimonio a coppie dello stesso sesso.

“Li fuori si crede che non si possa essere pro-Dio e pro-gay,” ha detto il Rev. Robert M. Hardies, Ministro della All Souls Church, Unitariana, nella Columbia Heights area. “Stiamo facendo del nostro meglio per far sapere che c’è forte sostegno per l’uguaglianza che viene dalle comunità religiose di D.C.”

Il servizio della chiesa viene dal momento che gli oppositori rinnovano gli sforzi per far naufragare la proposta. Il vescovo Harry Jackson, pastore della Hope Christian Church, ed altri vogliono un referendum per bandire il matrimonio tra individui dello stesso sesso nel District. Lunedì, quasi una dozzina di ministri hanno chiesto che il D.C. Board of Elections and Ethics approvi una votazione pubblica.

Ma dopo essere stati oscurati dagli oppositori del matrimonio tra persone dello stesso sesso, i leaders religiosi che portano avanti il concetto stanno parlando apertamente.
“La coalizione qui è capace di identificare tra tutte le linee, tutti i distretti cittadini, tutte le razze, tutti i backgrounds,” ha detto Nick McCoy, un organizzatore di Human Rights Campaign, un gruppo per i diritti gay. “La gente si trova di fronte alla tesi che questo è qualcosa che le chiese non sostengono e non credono, ma noi diciamo che non è vero.”

Il Rev. Louis Shockley di Asbury ha notato durante il culto che il santuario è stato fondato 173 anni fa come congregazione di schiavi.
“Questa congregazione ha sempre sostenuto la giustizia sociale, ha detto, noi diamo il benvenuto a tutti stasera per continuare la marcia di giustizia restando dalla parte dell’amore.”
All’assemblea di lunedì per la presentazione della proposta di Catania, i religiosi a sostegno del matrimonio tra persone dello stesso sesso hanno superato per numero quelli che si oppongono.

Un supporter, il Rev. Christine Y. Wiley, pastore del Covenant Baptist Church in Southeast, ha notato che molte chiese nel District storicamente hanno combattuto per la giustizia sociale ed economica.
Wiley e suo marito, il Rev. Dennis W. Wiley, hanno contribuito a costituire la coalizione. “sembra semplicemente una cosa naturale, che dovevamo fare,” ha detto Wiley. “Noi crediamo come Afro Americani che sono stati discriminati … di non avere il diritto di discriminare nessun altro.”

Circa 10 persone hanno partecipato al primo incontro del gruppo a giugno. Ora ha una lista di 169 sostenitori, inclusi il Rev. Steve Huber della Washington National Cathedral e Rabbi Fred Scherlinder Dobb della Adat Shalom in Bethesda.

Il Rev. Patrick J. Walker, presidente della Task Force Contro il matrimonio tra individui dello stesso sesso della Missionary Baptist Ministers Conference di D.C. e Vicinity, ha affermato di comprendere che i leaders religiosi abbiano vedute diverse sul matrimonio. Ma dice di “non comprenderlo da un punto di vista di cosa la Bibbia dice in termini di veduta tradizionale, biblica. Dove si traccia la linea?”

Nonostante l’attivismo di entrambe le parti, molti pastori non partecipano al dibattito.
“C’è un largo gruppo di chiese che non sono con noi, ma non sono neppure con Harry Jackson,” dice Hardies. “Noi speriamo di raggiungerli con il dialogo.”

Fonte: The Washington Post, 30 ottobre 2009

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...