La considerazione delle donne lesbiche nelle religioni cristiane


Inquisizione: le streghe al rogo

Nel nostro viaggio di ricerca e denuncia delle cause che hanno determinato e che tuttora continuano a fomentare la piaga dell’omofobia in Italia e nel mondo, abbiamo sentito l’esigenza di soffermarci a riflettere sul perché il lesbismo sia stato sempre condannato e, nel contempo, ignorato o messo ai margini da quello che da sempre è il maggiore organo di controllo della società e della sua morale: la religione. Nel nostro excursus attraverso le religioni occidentali abbiamo preso in esame le tre principali che tanto hanno condizionato la nostra cultura occidentale: la religione cattolica, l’ortodossa e la protestante con tutte le sue innumerevoli sfaccettature.
Il dato fondamentale che sembra accomunare le tre dottrine (soprattutto le prime due), è quello della profonda connessione esistente tra misoginia e omofobia. Più di sessanta anni fa G: Rattrey Taylor (Sex in History, New York, 1954; tr.it. Longanesi, 1957), nell’esame dei condizionamenti culturali che riguardano la sessualità in generale, ha riscontrato un elemento fondamentale nelle culture stesse: la costante presenza del principio patriarcale. Le religioni e le culture derivanti da queste tendono a coniugare una visione molto subordinata della figura femminile con la repressione e l’orrore nei riguardi delle pratiche omosessuali. Le dottrine che, ancora oggi, continuano a portare avanti le espressioni più chiare del patriarcato, lesbofobia e omofobia comprese, sono quella cattolica e quella ortodossa. La più evidente tra le suddette espressioni nella tradizione occidentale cristiana è la quasi totale indifferenza nei confronti del lesbismo e se questo, da un lato, è servito a proteggere le donne (almeno in parte), dalle persecuzioni, dall’altro ha impedito l’evolversi della figura femminile nella cultura cattolica. Ancora oggi, infatti, lo sguardo della Chiesa sulla donna appare identico a quello a lei riservato all’epoca di S. Paolo o di Tommaso D’Aquino in cui questa era considerata unicamente “appendice dell’uomo e voluta da Dio per essere compagna e procreatrice”. Il lesbismo, se per un verso era ignorato o considerato “un gioco” secondo le parole di S. Agostino, dall’altro veniva anche perseguito e condannato qualora fosse stato appurato l’uso di uno strumento fallico durante l’atto. La teologia cattolica attuale condanna il lesbismo e l’omosessualità in generale “perché portatrice di disordini nei principi stessi cattolici: la famiglia, la procreazione etc.” Poco o nulla appare cambiato da allora.
La Chiesa Ortodossa si differenzia dalla cattolica solo per quanto riguarda la liturgia e la visione delle Sacre Scritture. Riconosce il primato d’onore al Patriarca Ecumenico di Costantinopoli e non al Papa, non riconosce il dogma dell’Immacolata Concezione, né quello della discendenza dello Spirito Santo da Gesù oltre che dal Padre, ma per quanto riguarda l’atteggiamento nei riguardi dell’omosessualità le rispettive posizioni appaiono molto simili. Il principio fondamentale è che “l’orientamento omosessuale, come ogni peccato dovuto a una malattia spirituale che spinge gay e lesbiche a soddisfare i propri desideri in un amore sterile e non proteso alla procreazione, deve essere curato e con l’aiuto di Dio è possibile guarirne”.
Posizioni più aperte cominciamo a vederne nella religione Protestante. Dalla Riforma in poi la Chiesa ha, infatti, subito numerose frammentazioni proprio grazie alle differenti posizioni assunte nei confronti delle donne e dell’omosessualità. A tutt’oggi sembra imminente uno scisma all’interno della Comunione anglicana, dovuto principalmente alla decisione presa dalla chiesa Anglicana di ammettere le donne al diaconato. Questo ha generato una notevole emorragia di fedeli dalla Chiesa suddetta a quella cattolica con il beneplacito e l’incentivo di Papa Ratzinger. Le posizioni più conservatrici della dottrina (soprattutto quelle della Chiesa nigeriana), ancora tendono a vedere la donna in ruoli subordinati rispetto all’uomo e ad ammettere il lesbismo solamente in termini di amicizia solidale e continuativa tra donne, escludendo del tutto la componente della sessualità, mentre in occidente stiamo assistendo sempre più di frequente all’ammissione ai ministeri di donne, lesbiche e gay, nonché alla celebrazione di matrimoni tra persone dello stesso sesso. Soprattutto le Chiese valdesi e Metodiste sono quelle più aperte ed evolute nei confronti di questa tematica. Un particolare accenno merita il Centro Ecumenico di Agape a Prali, che da decenni sta portando avanti un lungo lavoro di riflessione in merito alle questioni descritte, organizzando ogni anno, insieme con altre attività, un campo annuale sull’omosessualità.

Questo il quadro generale. Per gli approfondimenti vi rimandiamo agli articoli augurandovi una buona lettura.

Indice degli articoli
1. Lesbismo e Chiesa Cattolica: Invisibilità e repressione nel corso dei secoli http://www.globa-les.com/index.php?option=com_content&view=article&id=98:cattolicesimo-e-lesbismo&catid=44:editoriali
2. Lesbismo e chiesa Ortodossa: la malattia dell’anima http://www.globa-les.com/index.php?option=com_content&view=article&id=101:lesbismo-e-chiesa-ortodossa-la-malattia-dellanima&catid=44:editoriali
3. Lesbismo e chiesa Anglicana: la causa di uno scisma probabile: http://www.globa-les.com/index.php?option=com_content&view=article&id=99:chiesa-anglicana-e-lesbismo&catid=44:editoriali
4. Lesbismo e chiesa Valdese:
5, Santa Eufrosina: la santa protettrice delle lesbiche? http://www.globa-les.com/index.php?option=com_content&view=article&id=97:santa-eufrosina-la-santa-protettrice-delle-lesbiche&catid=44:editoriali
Questa introduzione si trova alla pagina: http://www.globa-les.com/index.php?option=com_content&view=article&id=103:la-considerazione-delle-donne-lesbiche-nelle-religioni-cristiane&catid=44:editoriali

Elisabetta per GlobaLES

Fonte: Globa-les

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...