Intervista a Fabio Perroni: “Nessun flop sulle unioni civili” su Radio Beckwith Evangelica

Oggi, durante il programma “Cominciamo bene” in onda ogni mattina su Radio Beckwith Evangelica, è andata in onda una intervista a Fabio Perroni della REFO di Roma sulle unioni civili in particolare sull’articolo di Repubblica di domenica 7 maggio che titolava “La frenata delle unioni civili”. Anzi affermava che in un anno è stato un vero e proprio flop, soprattutto al Sud del nostro Paese. Nessun flop invece, e soprattutto nessun diritto è correlato ai numeri di chi ne usufruisce. Un diritto va garantito a prescindere.
Annunci

Unioni civili, nessun flop

9 maggio 2017

Chi parla di “frenata” nelle unioni civili sbaglia non solo nel metodo ma anche in termini di senso, perché le leggi che garantiscono diritti civili affermano prima di tutto un principio
Domenica 7 maggio il quotidiano la Repubblica dava grande spazio al numero di unioni civili tra persone dello stesso sesso celebrate in Italia dal maggio del 2016, quando venne approvata la legge Cirinnà che le regolava. In prima pagina si scriveva «In un anno solo 2800 unioni civili», aggiungendo poi la definizione di «partenza in frenata» e di «flop» in riferimento al presunto basso numero di unioni civili contratte finora. Non sono mancate le polemiche, tanto sul piano politico, alimentate anche dall’ex presidente del Consiglio, Matteo Renzi, tanto su quello del metodo. Fabio Perroni, membro della chiesa metodista di Via Firenze a Roma e membro di Refo, la Rete Evangelica Fede e Omosessualità, sottolinea che «c’è un errore anche dal punto di vista numerico, prima di tutto perché i dati delle unioni civili non sono ancora pubblici, visto che l’Istat li sta ancora elaborando. Continua a leggere

Veglia di preghiera per le vittime dell’omofobia e della transfobia

Il 17 maggio si celebra la giornata mondiale per la lotta all’omo-transfobia.

Alcuni gruppi di credenti da alcuni anni organizzano, in varie città del nostro paese, delle veglie di preghiera e dei culti  per dire BASTA alla violenza dell’omo-transfobia.
Il versetto che guiderà gli incontri quest’anno è “Benedite coloro che vi perseguitano, benedite e non maledite” (Romani 12,14) . 

La Commissione Fede e Omosessualità delle Chiese Battiste Metodiste, Valdesi ha curato uno Schema di liturgia e delle note omiletiche a cura del past. Jonathan Terino.

Indicazioni delle veglie organizzate o coorganizzate dalla R.E.F.O. e dalle chiese Battiste, Metodiste e Valdesi in Italia:

  • Carbonia: venerdì 19 maggio allora ore 18.30 presso la chiesa battista
  • Cagliari: domenica 21 maggio alle ore 10.00, culto presso la chiesa battista di viale regina Margherita 54
  • Firenze: domenica 14 maggio alle ore 10.30 Culto domenicale per il superamento dell’omofobia, Chiesa evangelica valdese in via Pier Antonio Micheli all’angolo con via Alfonso La Marmora
  • Firenze: mercoledì 17 maggio alle ore 20.50 presso la  parrocchia della Madonna della Tosse, Largo Adone Zoli, seguirà fiaccolata
  • Grosseto: giovedì 25 maggio alle ore 19.00 presso la chiesa battista in via Piave 17
  • Milano: venerdì 12 maggio alle ore 21.00 inizio al tempio valdese via F. Sforza 12/a e termine chiesa di santa Maria della passione, via V. Bellini 2
  • Milano: domenica 21 maggio alle ore 10.30  Culto domenicale per il superamento dell’omofobia, Chiesa Evangelica Battista di Milano, Via Pinamonte da Vimercate 10
  • Padova: domenica 21 maggio presso la Chiesa Metodista, corso Milano 6
  • Parma:  venerdì 19 maggio alle ore 20.30 presso la Chiesa Metodista di Parma, b.go G. Tommasini 26, angolo b.go Riccio
  • Palermo: mercoledì 17 maggio alle ore 20.00 in via in Via Generale Magliocco fiaccolata che si concluderà alla Chiesa valdese dove inizierà la veglia
  • Parma: venerdì 19 maggio alle ore 20.30 presso la chiesa metodista, borgo G. Tommasini 26
  • Pinerolo: domenica 21 maggio ore 17.00 presso il Monumento alle vittime della violenza e dell’intolleranza in viale Cavalieri di Vittorio Veneto a Pinerolo (in caso di maltempo la manifestazione si svolgerà presso il limitrofo Tempio valdese)
  • Sanremo: mercoledì 17 maggio alle ore 18.00 presso il Tempio valdese in via Roma 14
  • Roma: domenica 21 maggio presso piazza del Campidoglio
  • Torino: mercoledì 17 maggio alle ore 20.30 presso il tempio valdese di corso Oddone
  • Trieste: sabato 13 maggio alle ore 18 presso la Chiesa Luterana di Largo Panfili
  • Varese: mercoledì 17 maggio alle ore 20.30 chiesa battista in via Versi

Il genere di Dio

Il genere di Dio,

Selene Zorzi,

Edizioni La meridiana,

euro 14,50

Di fronte al risveglio degli studi di genere, il tema talvolta è di che genere sia Dio padre. Ma Dio non ha sesso. La sua immagine va identificata piuttosto nella relazione. Nella persona umana l’energia affettiva (eros) è primaria. E Dio è Amore. Questo libro nasce dalla consapevolezza che quando l’Italia un giorno sgomenta svegliandosi ha scoperto che tutti parlavano del Gender, la Chiesa e la teologia si sono ritrovate spesso appiattite o ricondotte a posizioni di gruppi fondamentalisti. Il bisogno che ha generato queste pagine, seguite a confronti e dibattiti pubblici, è che la chiarezza dommatica, la spiegazione dei testi biblici, il rendere chiara la dottrina della Chiesa sia un servizio necessario per evitare che l’ignoranza, il non sapere cioè di questioni importanti che attingono all’umano come immagine del divino che è in ognuno, degeneri al punto da proclamare verità ciò che è invece solo confusamente ci viene dato di conoscere. Continua a leggere

Firmate la petizione contro i centri di detenzione e tortura in Cecenia

La drammaticità delle notizie che arrivano dalla Cecenia non ci possono far rimanere inerti. Viinvitiamo a firmare la seguente petizione

Al Presidente russo Vladimir Putin e a tutte le autorità russe:
“Da tutto il mondo siamo indignati e vi chiediamo con forza di fermare la persecuzione delle persone omosessuali in Cecenia e di far rispettare i valori di giustizia e tolleranza.”

Maggiori informazioni:

La Cecenia sta rastrellando le persone sospettate di essere gay per portarle in centri di tortura e se già è terribile anche solo l’idea, i fatti non sono da meno.

Gli fanno l’elettroshock, li torturano finché non fanno i nomi di altri omosessuali, li pestano così violentemente che alcuni sono addirittura morti.

Dare la caccia ai gay e rinchiuderli è roba degna dei Nazisti, è scioccante e inaccettabile al tempo stesso. Ma abbiamo un piano per fermare tutto questo.

Avaaz amplificherà l’appello dei coraggiosi attivisti locali sui media di tutto il mondo usando la forza della nostra comunità globale per fermare subito questa persecuzione. Firma la petizione e condividila con tutti!

Si firma qui!

La Refo per una chiesa sempre più inclusiva

Dal 1 al 4 giugno Milano vivrà una serie di eventi, incontri, preghiere per celebrare i 500 anni della Riforma di Lutero.

Anche la Refo sarà tra i protagonisti, insieme al gruppo Varco di Milano, venerdì 2 giugno dalle ore 10.00 alle ore 12.00 presso la sala arcobaleno della chiesa valdese in via F. Sforza 12/a.

Il tema dell’incontro sarà “Fede e identità di genere. Per una chiesa inclusiva” . A breve il programma e maggiori informazioni.

 

La chiesa di Scozia discuterà di Matrimoni tra persone dello stesso sesso.

di Claudio Geymonat

La prossima assemblea generale della Kirk in maggio chiamata a votare un documento per approvare i matrimoni omosessualiI matrimoni fra persone dello stesso sesso potrebbero divenire presto realtà anche all’interno della Chiesa di Scozia, la principale denominazione protestante del paese. Fra un mese infatti la Kirk (parola scozzese che sta per chiesa e viene usata per denominare proprio la Chiesa di Scozia, che ha un’organizzazione presbiteriana come la Chiesa valdese), riunita nella sua assemblea generale annuale, discuterà della possibilità per i pastori di celebrare unioni fra due donne o due uomini. La proposta è stata resa nota dopo che sui giornali erano state pubblicate alcune indiscrezioni in merito alla mozione che verrà presentata, che comprende inoltre le scuse della chiesa per non aver riconosciuto nel tempo la vocazione cristiana delle lesbiche e dei gay. L’iter non sarà brevissimo, ma frutto di passi ragionati. In questa occasione viene chiesto all’assemblea generale di dare mandato al comitato che si occupa delle questioni giuridiche di intraprendere un ulteriore studio sulle implicazioni legali connesse al matrimonio fra persone dello stesso sesso, in maniera tale da riferirne nell’assemblea dell’anno successivo, il 2018.

Continua a leggere