Chiesa Episcopale: la diocesi di Los Angeles sta eleggendo due nuovi vescovi. Fra i candidati un gay e una lesbica dichiarati

The Rev. Canon Mary D. Glasspool

Dopo quasi sei mesi di dibattito la comunità episcopale di Los Angeles si appresta a eleggere nelle prossime ore due nuovi “vice” vescovi della città, che potrebbero essere per la prima volta dichiaratamente gay o lesbica. Nella lista dei candidati figurano infatti due sacerdoti omosessuali, il Rev. John L. Kirkley di San Francisco e la Rev. Canon Mary D. Glasspool di Baltimore, la cui elezione potrebbe aprire ulteriormente la spaccatura con i fedeli più conservatori.

La scelta è prevista per oggi ma l’ipotesi di un nuovo prelato gay si era fatta più probabile già all’inizio dell’estate quando la Chiesa episcopale aveva eliminato la moratoria in vigore da anni che impediva agli omosessuali di ottenere l’episcopato. Continua a leggere

Annunci

ECCLESIA ANGLICANA E OMOSESSUALITA


2477989072_55669fa0eb_bGianluigi Gugliermetto ha studiato filosofia e teologia in Italia e negli Stati Uniti. Nel 2003 è diventato membro della Episcopal Church. Ha insegnato per alcuni anni alla Woodbury University (Los Angeles) e nel 2008 ha completato il dottorato in teologia alla Claremont Graduate University. Nell’ultimo decennio si è occupato di teologia del processo, dialogo interreligioso, teologia femminista, e in generale di teologia sistematica. In questo momento lavora sul tema del desiderio nel Cristianesimo, con una attenzione speciale ai temi della mistica, dell’ascetismo, della relazionalità, e del genere maschile.

Nel 2003 la Chiesa Episcopale (The Episcopal Church-TEC), che fa parte della Comunione Anglicana, ordina vescovo per la diocesi del New Hampshire il reverendo Gene Robinson, divorziato e convivente da anni con il suo partner Mark. Oggi (2008) la Chiesa Episcopale, per decisione di un’ampia maggioranza dei suoi vescovi e vescove, mantiene una “moratoria” sull’elezione e la consacrazione di vescovi e vescove “il cui stile di vita crea scandalo all’interno della Comunione Anglicana.” Qual è dunque la posizione della chiesa anglicana sull’omosessualità?

Continua a leggere